09/12/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Soumahoro si autosospende dal gruppo Verdi-Si. Accusato dalla Lega Braccianti

3 min read
Il deputato Aboubakar Soumahoro si è autosospeso dal gruppo parlamentare di Alleanza Verdi Sinistra dopo che oggi sono arrivate nuove accuse. Questa volta sono due suoi amici ed “ex colleghi”, Sambare Soumaila e Alfa Berry, della Lega Braccianti Torretta Antonacci che accusano Soumahoro di aver tenute per sé i soldi raccolti durante una raccolta fondi per i braccianti dei campi in cui lavorava.

Sumahoro è arrivato in Italia nel 1999, ha 42 anni ed è laureato in sociologia all’Università “Federico II” di Napoli. E’ entrato in Parlamento dopo essere stato anche sindacalista del Coordinamento agricolo dell’Unione sindacale di base occupandosi soprattutto della tutela dei diritti dei braccianti, della lotta al caporalato e dello sfruttamento lungo la filiera agricola.
Domenica scorsa il deputato si era sfogato via social con un video su facebook in cui in lacrime esprimeva tutto il suo rammarico per le accuse mosse nei confronti della moglie e della suocera su eventuali irregolarità in due cooperative pro-migranti di Latina. La suocera, Marie Therese Mukamitsindo, risulta indagata per malversazione mentre il nome del deputato non compare nelle indagini.
Ora i suoi ex colleghi lo accusano di essersi intascato 250 mila euro raccolti durante la pandemia per aiutare i braccianti che lavorano nel sud Italia e che vivono in condizioni disastrose all’interno dei ghetti. “Ti scriviamo perché stai esagerando, non venire mai più tra noi. Ti abbiamo lasciato fare, dire, raccontare, declamare, rappresentare da almeno due anni, ma adesso basta. Non sei più il benvenuto tra di noi, ancora meno se per venire nel nostro insediamento devi organizzare una squadra di una dozzina di abitanti da Borgo Mezzanone, pagati 50 euro ciascuno per mettere zizzania e casino tra di noi. Il 13 aprile 2019 abbiamo cacciato Medu, poi il 19 settembre 2020 abbiamo cacciato Caritas, il 22 gennaio 2021 abbiamo cacciato la Cgil, e poi di nuovo Medu e poi abbiamo cacciato Usb: dovevi esserci solo tu e nessun altro al Ghetto e noi abbiamo assecondato questa assurda pretesa. Ora è il turno di Misericordia, i cui volontari sono stati minacciati, intimiditi e allontanati con modi bruschi. “Sono tutti lucratori e approfittatori”, questo ci hai sempre detto: ma oggi abbiamo capito che l’unico a lucrare e approfittare sei solo tu. Ci siamo conservati tutti gli scontrini e le fatture delle 7 iniziative di distribuzione caritatevole di cibo fatte in differenti luoghi della penisola, ma quando ti abbiamo chiesto che fine abbiano fatto i restanti 250.000 euro, tu hai detto che servono per l’organizzazione, cioè per te, perchè tu fai tutto tu, presidente, vicepresidente, tesoriere, ecc…”.
A comunicare l’autosospensione del deputato sono stati Angelo Bonelli, co-portavoce di Europa Verde e deputato AVS, Nicola Fratoianni segretario di Sinistra Italiana e deputato AVS, e Luana Zanella, presidente gruppo parlamentare AVS: “Abbiamo incontrato Aboubakar Soumahoro per discutere ed approfondire le vicende che da giorni sono al centro della cronaca. Lo abbiamo trovato sereno e determinato” – hanno riferito aggiungendo – “Ci ha esposto il suo punto di vista e ha annunciato l’intenzione di rispondere punto su punto e nel merito alle contestazioni giornalistiche ribadendo la sua assoluta estraneità alle vicende. Naturalmente sarà lui a farlo, nelle forme e nei tempi che riterrà più opportuni. Siamo fiduciosi, considerato quanto riferitoci, che la vicenda possa essere chiarita in tempi rapidi e senza alcuna ombra”.

Autore