27 Novembre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Stati generali del M5S, Conte: “cambiare le idee è giusto se serve a migliorare”. Crimi: “resta il limite dei due mandati”

1 min read

Il premier Conte, intervenendo all’Assemblea plenaria degli Stati Generali del M5s ha affermato: “La coerenza delle proprie idee “è senz’altro un valore, ma quando governi devi affrontare la complessità. Quindi bisogna avere il coraggio e l’intelligenza di cambiarle, le idee, quando ci accorgiamo che queste sono migliori di quelle che avevamo”.

Sempre dall’assemblea il capo politico del M5s, Vito Crimi, ha dichiarato che non ci sarà “alcuna deroga al limite dei due mandati per le istituzioni regionali, nazionali ed europee, valorizzando comunque l’esperienza maturata nelle elezioni amministrative comunali”.

Poi è intervenuto Di Maio. “Questo periodo ci ha insegnato tante cose e il M5s ha avuto idee lungimiranti, dai riders al decreto dignità o al reddito di cittadinanza. Tutti vedono il risultato ma poco il lavoro che c’è dietro. Questo non vuol dire che va tutto bene”. “Voglio un M5s autonomo, forte e protagonista e che si deve far valere di più nel governo, deve cambiare passo”, ha aggiunto ricordando che “il limite ai due mandati è sacrosanto”.

“Venga scritto nero su bianco che non ci sarà nessuna deroga al doppio mandato”. lo ha detto Alessandro Di Battista, citando una delle condizioni essenziali per il “nuovo” Movimento, all’assemblea plenaria degli Stati generali. “Non vedo l’ora di rimettermi in gioco per il Movimento ma abbiamo bisogno di garanzie”.