Thailandia, serie di bombe nella notte: 4 morti, due italiani tra i feriti

Paura in Thailandia dove  seguito di una serie di esplosioni sono morte 4 persone.  Circa 22 i feriti. Secondo la polizia sono state almeno 11 le deflagrazioni e hanno colpito cinque province meridionali. Nella maggior parte dei casi si è trattato di duplici esplosioni.

Secondo il portavoce della polizia thailandese non si tratta di un”attacco terroristico, ma di sabotaggio locale limitato ad alcune aree e province” del Paese.

In mancanza di rivendicazioni, il premier Prayut Chan-O-Cha afferma che dietro le esplosioni c’è “un tentativo di provocare il caos e la confusione e punta il dito direttamente contro il campo politico avverso,collegando le esplosioni al referendum di domenica scorsa con il quale è stata approvata una controversa Costituzione voluta dalla giunta militare.

Tra i feriti due donne inglesi, una giovane ragazza tedesca di circa 20 anni e due italiani: il 21enne Lorenzo Minuti e il 51enne Andrea Tazzioli. Il primo è stato curato in pronto soccorso per ferite minori e subito dimesso, mentre il secondo, colpito alla schiena da una scheggia, è stato operato d’urgenza: le sue condizioni non desterebbero comunque preoccupazione. A confermare la notizia la Farnesina che inoltre raccomanda agli italiani presenti in Thailandia di evitare la zona di Hua Hin. I connazionali, scrive il ministero degli Esteri, si tengano informati sugli sviluppi della situazione e seguano scrupolosamente le indicazioni delle autorità locali. In caso di emergenza, si legge sul portale Viaggiare Sicuri, contattare l’ambasciata d’Italia a Bangkok al numero 0066 81 825 61 03.

News Correlate