17/10/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Tour, Bernal è il nuovo Re: “Sono il più felice del mondo, grazie anche all’Italia”

2 min read

 

Finisce il Tour De France, cala il il sipario sulla manifestazione francese 2019, un tramonto che a Parigi segna un  nuovo inizio per il ciclismo internazionale. La Colombia, grazie a Bernal, festeggia una vittoria sofferta quanto meritata e con questa anche il Sud America. Per Bernal, è il giorno delle riflessioni, dei ricordi ma anche di una pausa per chiudere gli occhi ed iniziare a vivere il sogno. Dalla prima bicicletta a 7anni, all’avventura di Balcarce, in Argentina, quando ne aveva 12. Fu la sua prima trasferta, brutta caduta e clavicola fratturata. La passione della mountain bike che lascia il posto a quella per la strada, le coincidenze che lo portano in Italia, nel Cavanese dopo un breve ma eterno nella memoria periodo in Sicilia.

LE SUE PAROLE E LE SUE SPERANZE- La saggezza di Gianni Savio che lo ingaggia nella Androni Giocattoli e lo lancia in un mondo dove il Team Sky, ora Ineos, si accorge di lui ed inizia a creere nelle sue potenzialità. Così il timido ma coraggioso ragazzo d’oro commenta questi momenti di felicità, condivisi da Nibali che sabato ha scritto una pagina importante della propria carriera, vincendo in volata la tappa numero venti: “Oggi sono il ragazzo più felice del mondo. Ringrazio la mia squadra per il supporto e per aver creduto in me. Grazie anche all’Italia, perché sono cresciuto lì, e alla Colombia, che ha vinto ora il suo primo Tour de France. Infine, grazie alla Francia, che organizza la più bella corsa del mondo. E’ stata la più bella vittoria della mia vita”. Queste le parole di Bernal.