ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Tragedia a Vittoria, 29enne dà fuoco all’abitazione di famiglia. Muoiono madre e sorella

2 min read

Sale a due il bilancio delle vittime nell’incendio di un’abitazione avvenuto nella notte a Vittoria, nel Ragusano. Altre due persone sono gravemente ferite. Ad appiccare l’incendio è stato un 29enne, originario della Tunisia, parente delle vittime, che viveva nella casa con loro e che è stato arrestato dalla polizia dopo aver tentato la fuga. A perdere la vita sono state la madre 55enne dell’uomo, Miriam, e la sorella 34enne Sameh. Ricoverati, in condizioni disperate, il padre 57enne Kamel Zaouali e la figlia più giovane, la 19enne Omaima. Il 29enne soffre di problemi psichici e, dopo una lite, ha dato alle fiamme l’edificio cercando di uccidere la sua famiglia. Secondo le indagini il rogo sarebbe stato appiccato utilizzando una torcia con uno straccio imbevuto di liquido infiammabile.

La madre del 29enne è morta a causa delle gravi ustioni riportate, mentre era ricoverata nell’ospedale Guzzardo di Vittoria. I feriti sono stati trasportati negli ospedali di Ragusa e Vittoria. Anche la figlia 34enne Sameh è morta in ospedale dopo ore di agonia. Il padre è invece ricoverato nell’ospedale Civico di Palermo con ustioni sul 40% del corpo, mentre la sorella più piccola, si trova all’ospedale Cannizzaro, a Catania, con ustioni sul 60% del corpo.

L’incendio si è sviluppato nell’abitazione in piazza dell’Unità. Le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco che ora stanno accertando le cause del rogo. L’immobile è distrutto.

L’uomo, 29enne, è stato bloccato dalla polizia mentre vagava in una zona di campagna e si trova in stato di fermo. Una quarta figlia è scampata alla tragedia, ma solo perché non era in casa: studia all’Università di Torino e sta rientrando a Vittoria.

Con un messaggio di cordoglio dell’amministrazione comunale di Vittoria, il sindaco Francesco Aiello ha proclamato una giornata di lutto cittadino nel giorno del funerale di Mariam. “Esprimiamo profondo cordoglio per quanto accaduto questa mattina in città. L’intera collettività è vicina alla famiglia in questo momento di immenso dolore. L’amministrazione è a disposizione per i bisogni di questo tragico momento. Proclameremo il lutto cittadino nel giorno dei funerali”. I funerali dovrebbero svolgersi nella moschea di via Montebello.

 

Autore