Turchia: arrestato l’assalitore della sede del partito di governo a Istanbul

E’ stato arrestato dalle forze speciali turche l’uomo armato che questa mattina ha fatto irruzione nella sede del partito islamico Akp del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, nel quartiere di Kartal, nella parte islamica di Istanbul.

Secondo quanto reso noto dai media turchi non ci sarebbero feriti e anzi l’uomo stesso avrebbe fatto uscire tutto il personale presente, dopodiché ha esposto una bandiera turca, sulla quale era stata aggiunta una scimitarra, ad una finestra dalla quale si è affacciato per tenere un discorso. Non sono ancora chiare le motivazioni che lo hanno portato ad agire né la sua appartenenza.

La polizia sempre in mattinata ha anche arrestato ad Antalya 22 militanti di estrema sinistra, sospettati di preparare altri attacchi analoghi a quello di ieri al Tribunale di Istanbul, dove è stato tenuto per ore sotto sequestro il magistrato Mehmet Selim Kiraz.

Dopo 7 ore di inutili trattative, le forze speciali turche hanno fatto irruzione nel Tribunale, uccidendo i due sequestratori e ferendo nel conflitto il giudice, che è poi deceduto durante un intervento chirurgico in ospedale.

News Correlate

Lascia un Commento