27/02/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

In questo numero: la Papeda della Mauritius e le sue innumerevoli proprietà

2 min read

Audio in HD disponibile per le radio. Info 06 4567 72 19

 

Ecco a voi la Papeda delle Mauritius! Si tratta del frutto del Citrus hystrix, un agrume proveniente dall’India e coltivato oggi proprio nelle Mauritius. Si tratta di un frutto tondeggiante conosciuto molto più comunemente con il nome “Kaffir lime”, dal colore giallo-verdastro e dalla buccia corrugata, che viene utilizzata per preparare salse e condimenti piccanti o tagliata in fette sottili per accompagnare piatti di pesce. Il succo del frutto, invece, risulta molto acido e amarognolo e non viene utilizzato in cucina. Le foglie di Papeda delle Mauritius possono essere invece aggiunte all’interno di insalate e zuppe o in altre pietanze. Nella medicina indonesiana la Papeda delle Mauritius è considerata un “agrume medicinale”.

Al succo dei suoi frutti sono attribuite proprietà repellenti nei confronti degli insetti; esso viene utilizzato anche come ingrediente di lozioni per il lavaggio dei capelli, per le sue proprietà lucidanti. Le popolazioni asiatiche attribuiscono a questa pianta anche proprietà antisettiche e antinfiammatorie. La buccia dei frutti, contiene invece oli essenziali che vengono utilizzati nella preparazione di tonici, unguenti, digestivi e prodotti per purificare il sangue. Il loro uso è consigliato anche in caso di problemi al sistema circolatorio o di problemi digestivi. La polpa del frutto, se strofinata sui denti e sulle gengive, può proteggere la loro salute.

La spremuta, sottoposta a lavorazione, viene inoltre adoperata nella preparazione di alcuni liquori a base di rum che si producono su Madagascar e sull’isola di Riunione. I frutti della Papeda delle Mauritius sono pronti ad essere raccolti fin dal mese di Agosto, ma possono essere colti anche fino al periodo autunnale perché si conservano a lungo anche sulla pianta. In Italia la Papeda viene usata quasi esclusivamente dai barman per decorare i cocktail un po’ come con il lime, ma in India e in Sudamerica esistono numerose ricette a base di questo agrume. La Papeda delle Mauritius dovrebbe prosperare in piena terra nella fascia climatica dei limoni, tuttavia in Italia e in Francia la si coltiva in un ampio vaso per timore di danneggiare una pianta così preziosa.

Si sa che questa pianta sopporta temperature di qualche grado sotto lo zero per breve tempo ma sarebbe meglio non rischiare. E’ una pianta che preferisce un terreno fertile, soffice, drenato e non completamente asciutto. Va evitata una eccessiva umidità e i ristagni d’acqua che farebbero marcire le radici. Preferisce i terreni leggermente acidi e mal sopporta il calcare. Meglio posizionarla in un luogo soleggiato, ma riparato perché non ama il vento forte che danneggia le sue grandi foglie e i fiori. L’ideale sarebbe a ridosso di un muro che la ripara e rilascerà il calore accumulato con il sole,  durante la notte. 

L’aforisma di oggi è di Fabrizio Caramagna:

“La felicità è mangiare un frutto, la serenità è ammirare l’albero”