25/10/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Caro bollette: il Governo lavora al taglio degli oneri di sistema e a un extra bonus

2 min read

Caro bollette. Per evitare la stangata annunciata per quest’anno il Governo è al lavoro per elaborore le misure per evitare il rincaro delle bollette di luce e gas. Al vaglio, oltre al taglio degli oneri di sistema, anche un extra bonus per le famiglie in maggiore difficoltà. Si parla di un intervento tra i 3 e i 4 miliardi.

A beneficiare di questa agevolazione sarebbero: le famiglie che percepiscono il reddito di cittadinanza e quelle che hanno uno o più membri che versano in condizioni di salute grave, in particolare quelle che necessitano di macchinari alimentati con energia elettrica. Non dovrebbe esserci, invece, il taglio dell’Iva, che inizialmente pareva essere la via maestra per sforbiciare i rincari.

Per i nuclei familiari meno dal primo luglio 2021 è già operativo il bonus bollette. Si ottiene in base all’Isee e gli sconti vengono riconosciuti automaticamente, senza che si debba presentare una domanda ad hoc. I requisiti necessari per avere diritto alle agevolazioni sono:
– appartenere a un nucleo familiare con ISEE non superiore a 8.265 euro;
– appartenere a un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico e ISEE non superiore a 20.000 euro;
– appartenere a un nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Mariastella Gelmini ribadisce: “L’aumento del costo delle forniture di gas ed energia elettrica non dovrà finire in bolletta e pesare su famiglie e imprese”. “Il governo – ribadisce il ministro per gli Affari regionali e le autonomie via social- è già intervenuto durante la pandemia per calmierare i costi energetici e ora non lasceremo soli i cittadini e le aziende. Stiamo lavorando per intervenire già nel prossimo Consiglio dei Ministri con un provvedimento per anestetizzare l’incremento del costo della materia prima ed evitare ulteriori aggravi sui bilanci di famiglie e attività economiche”.

Per il ministro degli Esteri Luigi Di Maio: “la transizione ecologica è il futuro”. “Di economia sostenibile e green si parla ormai da mesi in tutti i principali fora internazionali. Anche qui a New York all’Assemblea generale dell’Onu questi temi sono al centro del dibattito. Adesso però c’è un punto da affrontare: i costi della transizione ecologica. Sulle tasche dei cittadini non devono pesare costi come quelli degli aumenti in bolletta. Il M5S l’ha detto dal primo istante e nel prossimo Consiglio dei Ministri verranno stanziati fondi per calmierare i costi delle bollette ed evitare aumenti”, ha dichiarato Di Maio in un lungo post su Facebook.