15/08/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Coronavirus nel mondo: maxi focolaio a Maiorca. Mai tanti morti a Mosca

2 min read

È salito ad oltre 850 il numero degli studenti spagnoli risultati positivi al Covid dopo viaggi di vacanza a Maiorca. Dunque sono migliaia i ragazzi costretti alla quarantena dopo essersi trovati in contatto con persone contagiate. La Comunità di Madrid è la più colpita con 363 studenti contagiati e altri 3mila esposti al mega focolaio e costretti quindi alla quarantena.

E mentre Maiorca si prepara a ricevere da mercoledì prossimo un’ondata di turisti britannici dopo che Londra l’ha inserita nella lista verde delle destinazioni, le autorità dell’isola delle Baleari hanno annunciato un’inchiesta per appurare se una serie di hotel e locali a Palma abbiano seguito le misure anti-Covid (in Spagna la mascherina non è più obbligatoria negli spazi all’aperto, ma solo se è possibile mantenere il distanziamento sociale).

In Russia. La città di Mosca ha registrato oggi un numero record di decessi per coronavirus. Sono stati 144 nelle ultime 24 ore, il peggior bilancio dall’inizio della pandemia.

In Australia. Lo Stato del Nuovo Galles del Sud ha registrato 30 nuovi casi di coronavirus nel secondo giorno del nuovo lockdown di due settimane della capitale Sydney.

La Thailandia ha annunciato nuove restrizioni anti-Covid che resteranno in vigore 30 giorni nella capitale Bangkok e in cinque province confinanti. Vietato mangiare al ristorante, centri commerciale chiusi alle 21, stop anche a cantieri così come a feste e assembramenti sopra le 20 persone.

Anche in Malesia il premier Muhyiddin Yassin ha annunciato una proroga alle restrizioni che sarebbero dovute finire domani: le misure non saranno allentate fino a quando i casi giornalieri non scenderanno sotto quota 4 mila.

La Nuova Zelanda prolungherà il livello di allerta Covid-19 nella capitale Wellington per due giorni. La cautela è dovuta a un turista australiano risultato positivo al coronavirus dopo aver visitato la città lo scorso fine settimana.

In Israele sono stati registrati 229 nuovi casi di Covid nelle ultime 24 ore, un numero molto alto paragonato ai contagi che si sono avuti per la maggior parte di giugno. Oggi si riunisce il gabinetto per discutere nuove misure, dopo che ieri è stato ristabilito l’obbligo della mascherina al chiuso e nei luoghi affollati. Tra i passi all’esame, la mascherina anche all’aperto.