22 Settembre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Olimpiadi: ufficiali le nuove date. La XXXII edizione dal 23 luglio all’8 agosto 2021

3 min read

Dopo giorni di tira e molla i leader delle principali ‘fazioni olimpiche’ si sono riuniti oggi tramite una conferenza telefonica, insieme al presidente del CIO Thomas Bach, al presidente di Tokyo 2020 Mori Yoshirō, al governatore di Tokyo Koike Yuriko e al ministro olimpico e paralimpico Hashimoto Seiko, e hanno concordato il nuovo programma per le Olimpiadi.

La XXXII edizione dei Giochi sarà celebrata dal 23 luglio all’8 agosto 2021. Concordate anche le nuove date per i giochi paralimpici, che saranno celebrati dal 24 agosto al 5 settembre 2021.

Questa decisione è stata presa sulla base di tre considerazioni principali e in linea con i principi stabiliti dal Comitato esecutivo del CIO (EB) il 17 marzo 2020 e confermati nella riunione di oggi:

1. Proteggere la salute degli atleti e di tutti i soggetti coinvolti e supportare il contenimento del virus COVID-19.

2. Tutelare gli interessi degli atleti e dello sport olimpico.

3. Il calendario sportivo internazionale globale.

“Queste nuove date – si legge nel comunicato – offrono alle autorità sanitarie e a tutte le parti coinvolte nell’organizzazione dei Giochi il tempo massimo per affrontare il panorama in costante cambiamento e l’interruzione causata dalla pandemia di COVID-19. Le nuove date, esattamente un anno dopo quelle inizialmente previste per il 2020 (Giochi olimpici: dal 24 luglio al 9 agosto 2020 e Giochi paralimpici: dal 25 agosto al 6 settembre 2020), hanno anche l’ulteriore vantaggio che qualsiasi interruzione che il rinvio causerà al il calendario sportivo internazionale può essere ridotto al minimo, nell’interesse degli atleti e delle IF. Inoltre, forniranno tempo sufficiente per completare il processo di qualificazione. Saranno attuate le stesse misure di mitigazione del calore previste per il 2020.

Il primo ministro giapponese Abe Shinzō o Shinzo Abe (a seconda se si voglia pronunciare alla giapponese o all’occidentale) ha ribadito che il governo del Giappone è pronto ad adempiere alla sua responsabilità di ospitare questi Giochi di successo. Allo stesso tempo, il presidente del CIO Thomas Bach ha sottolineato il pieno impegno del CIO per il successo dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

Bach ringrazia le Federazioni Internazionali le Associazioni Continentali dei Comitati Olimpici Nazionali: “per il loro supporto unanime e per l’ottima collaborazione e il loro sostegno nel processo di consultazione degli ultimi giorni. Vorrei anche ringraziare la Commissione degli atleti del CIO, con la quale siamo stati in costante contatto. Con questo annuncio, sono fiducioso che, collaborando con il Comitato Organizzatore di Tokyo 2020, il governo metropolitano di Tokyo, il governo giapponese e tutti i nostri stakeholder, possiamo affrontare questa sfida senza precedenti. L’umanità si trova attualmente in un tunnel buio. Questi Giochi Olimpici di Tokyo 2020 possono essere una luce alla fine di questo tunnel. “

Andrew Parsons, il presidente dell’IPC (International Paralympic Committee), ha commentato: “È una notizia fantastica essere riusciti a trovare nuove date così rapidamente per i Giochi di Tokyo 2020. Le nuove date offrono certezza agli atleti, rassicurazione per le parti interessate e qualcosa da guardare al mondo intero. Quando i Giochi Paralimpici si terranno a Tokyo il prossimo anno, saranno uno spettacolo extra-speciale dell’umanità che si unisce, una celebrazione globale della resilienza umana e una sensazionale vetrina dello sport. Con i Giochi Paralimpici di Tokyo 2020 a 512 giorni di distanza, la priorità per tutti coloro che sono coinvolti nel Movimento Paralimpico deve essere quella di concentrarsi sulla sicurezza con i propri amici e familiari in questo momento senza precedenti e difficile”.

Il governatore di Tokyo Koike Yuriko ha dichiarato: “la preparazione per le nuove date procederà senza intoppi, poiché le date coincidono con lo stesso periodo delle date del concorso originale, corrispondenti a biglietteria, personale della sede, volontari e trasporti. Pertanto, credo che celebrare l’apertura dei Giochi olimpici di Tokyo 2020 il 23 luglio 2021 sia l’ideale. Gli atleti, i volontari, i portatori di torce e le amministrazioni comunali locali sono stati preoccupati per la situazione. Ma poiché ora abbiamo nuove date concrete su cui puntare, il governo metropolitano di Tokyo impegnerà tutte le sue risorse e lavorerà a stretto contatto con il comitato organizzatore di Tokyo 2020, il governo nazionale e altre parti interessate per prepararsi pienamente alla consegna di giochi sicuri e protetti”.

In precedenza è stato confermato che tutti gli atleti già qualificati e i posti di quota già assegnati ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020 rimarranno invariati. Questo è il risultato del fatto che questi Giochi Olimpici di Tokyo, in accordo con il Giappone, rimarranno i Giochi della XXXII Olimpiade.