25/09/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Rapporto Istat, la metà delle famiglie italiane ha l’impianto di condizionamento

2 min read

Secondo l’ultimo rapporto Istat sui consumi energetici del 2021 emerge che che la metà delle famiglie italiane, il 48,8%, dispone di un sistema di condizionamento. La diffusione è in tutte le aree del Paese con la prevalenza del Mezzogiorno, 51,2%, seguito dal Nord, 49,1% e dal Centro 44,2%.

Nei mesi caldi il consumo maggiore. Secondo il rapporto in estate i condizionatori sono accesi in media sei ore e 17 minuti al giorno. Nello specifico, gli apparecchi sono attivi circa tre ore nel pomeriggio, poco più di due ore di notte e circa un’ora la mattina. E le stesse famiglie hanno dichiarato di accendere il condizionamento tutti i giorni o quasi nel 28,5% dei casi, 24,1% raramente o mai e ben il 35,3% solo qualche giorno a settimana. Sulla frequenza di accensione sembrano influire anche alcune caratteristiche della famiglia, quali numero ed età dei componenti: l’utilizzo quotidiano aumenta al crescere del numero dei componenti, dalle famiglie con uno solo, 25,5%, alle famiglie con cinque o più, 31,8%. Se in famiglia c’è almeno un bambino fino a sei anni l’utilizzo quotidiano è più alto della media; nelle famiglie monocomponente con un anziano raggiunge il 27,8% e tocca il minimo quando l’unico componente della famiglia ha meno di 65 anni.

Il consumo energetico arriva anche dalle altre macchine presenti in casa. Guardando ai grandi elettrodomestici, i più diffusi sono frigoriferi e lavatrici, presenti in quasi tutte le famiglie, rispettivamente nel 99,5% e 97,3% degli interpellati. La metà delle famiglie possiede la lavastoviglie, il 15,2% ha anche l’asciugatrice, separata dalla lavatrice, e il 27,3% il congelatore esterno al frigorifero.