19/01/2022

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Rassegna: Serie A, giornata di vigilia. Domani tre gare con la Juventus che proverà a dimenticare la Supercoppa

3 min read

Mixed zone, Coppa Italia, il Milan avanza in virtù della vittoria sul Genoa per 3-1, maturata soltanto ai tempi supplementari. Pioli a fine partita riconosce le difficoltà palesatesi in campo, non senza soddisfazione per il passaggio del turno. Andiamo a vedere che cosa hanno detto i due tecnici a fine gara, partendo proprio dal rossonero ai microfoni di Sportmediaset: “Non ho preparato bene la partita, siamo entrati in campo con l’approccio sbagliato e nel primo abbiamo avuto troppo poca intensità. Ci tenevamo a passare il turno, ma dovevamo fare meglio”. Shevchenko: “Abbiamo disputato una buona partita. I ragazzi sono stati bravi, ci hanno messo impegno e qualità, è stata un partita di sostanza. Abbiamo cercato di creare occasioni e di fare gioco. Sono contento ed è sempre bello tornato qui a San Siro. L’accoglienza è stata fantastica e voglio ringraziare anche i tifosi del Genoa venuti fin qui”.

NAPOLI-FIORENTINA- Oltre al Milan, anche la Fiorentina raggiunge i quarti di finale a spese di un Napoli completamente travolto dalla furia viola. 5-2 il risultato finale, gli azzurri negli ultimi anni erano sempre arrivati in fondo alla competizione o quantomeno a ridosso della finale, questa volta invece Spalletti è costretto a salutare subito alla prima gara. La Fiorentina di quest’anno è un’autentica sorpresa che a tratti ricorda l’Atalanta delle prime goleade, quelle che non si aspettava nessuno. A fine partita le parole di Spalletti e di Italiano: “Non siamo stati così bravi- ha dichiarato Spalletti a fine partita ai microfoni di Sportmediaset– e non siamo riusciti in superiorità numerica a gestore bene la partita, non siamo stati bravi a direzionarla mentre invece la Fiorentina l’ha gestita abbastanza bene e poi da un episodio ha trovato il vantaggio. “La soddisfazione più grande- risponde Italiano in  conferenza stampa come riportato dal sito ufficiale del club- è aver ritrovato lo spirito immediatamente che sembrava perso a Torino. Sono contento per la reazione dei ragazzi, soprattutto nel primo tempo dove è stata partita “vera” perché poi è successo di tutto. Una partita pazza: espulsioni, situazioni anomale. Però nel primo tempo, in parità numerica, abbiam fatto vedere grandi cose. Poi in due minuti di follia, come spesso ci capita quest’anno: gol subito su palla nostra, espulsione… E’ stata però una bella partita per chi l’ha vista, tanti gol. Siamo contenti di aver superato il turno e io lo sono perché ho ritrovato la mia squadra. Non era possibile venir fuori con quella prestazione da Torino e non reagire ed oggi siam stati bravi”.

VIGILIA SERIE A- Coppa Italia rimandata alla prossima settimana con le ultime gare degli ottavi di finale, domani il campionato con Sampdoria-Torino alle ore 15 e Salernitana-Lazio alle 18. Occhi puntati sulla Juventus alle 20:45, a Torino arriva l’Udinese, squadra da prendere sempre in altissima considerazione, nonostante qualche problema di classifica. La gara di andata terminò 2-2, era la prima di campionato e già il 22 agosto si capiva che il campionato della Juventus sarebbe stato in salita, così come quello dell’Udinese che però in quell’occasione riuscì nell’impresa di recuperare da 0-2 a 2-2.