26/11/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Alessia Piperno è in carcere in Iran. Trovata morta una 17enne e arriva la solidarietà dalle donne dello spettacolo

2 min read

Alessia Piperno è detenuta da una settimana nel carcere di Teheran, tra i dissidenti del governo iraniano. La travel blogger romana arrestata in Iran si trova in una cella dell’istituto penitenziario di Evin noto per il suo regime duro. Nei giorni precedenti l’arresto, la giovane ha condiviso post sui social che non sono passati inosservati. Anche se i genitori continuano a sostenere che la figlia non fosse un’attivista ma semplicemente una viaggiatrice.

La Farnesina è al lavoro per ottenere da Teheran l’espulsione della giovane e oggi è arrivata la notizia di 600 prigionieri liberati dopo gli arresti dei giorni scorsi durante le manifestazioni. Notizia che fa sperare in una soluzione della vicenda senza passare per un processo che si profilerebbe lunghissimo.

Intanto si conta l’ennesima vittima delle repressione in Iran. Una ragazza di 17 anni, Nika Shakarami, è morta durante le proteste in Iran per l’uccisione di Mahsa Amini. La famiglia ha trovato il cadavere solo dopo 10 giorni e gli stessi genitori hanno denunciato che le forze di sicurezza hanno rubato il corpo per seppellirla segretamente in un villaggio. Nel suo ultimo messaggio a un’amica aveva detto di essere inseguita proprio dalle forze di sicurezza.

Solidarietà di attrici e cantanti francesi. In un video diverse celebrità d’Oltralpe si tagliano i capelli sulle note della versione in persiano di “Bella Ciao” per rendere omaggio alla lotta delle donne iraniane. Tra queste: Juliette Binoche, Marion Cotillard e Isabelle Huppert. “For freedom” dice nel video la Binoche tagliandosi una ciocca di capelli di fronte all’obiettivo. Anche altre attrici vogliono unirsi alla lotta delle donne iraniane mobilitandosi per la morte di Mahsa Amini e la repressione. Ci sono fra le altre Muriel Robin, Jane Birkin, Charlotte Gainsbourg e Julie Gayet.

Autore