05/10/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

MotoGP, Petronas mette in dubbio il futuro di Valentino Rossi nella classe regina

2 min read

La partenza del Mondiale MotoGP 2020 rimane un grosso punto interrogativo. Nel frattempo, continua a tenere banco il mercato piloti. Ricordiamo che la Yamaha si è affrettata a scritturare Fabio Quartararo per il biennio 2021-2022. I vertici di Iwata hanno voluto blindare l’astro nascente del motociclismo, mettendo da parte il quasi 42enne Valentino Rossi. Per il Dottore però la Yamaha avrebbe riservato un posto nel team satellite Petronas SRT. Ma il patron Razlan Razali vorrebbe chiarire quanto prima il futuro della sua scuderia e la line-up piloti. Oltretutto, nel caso di annullamento della stagione vorrebbe il congelamento dei contratti, quindi il rinvio del salto di Quartararo nel team factory.

Il problema è che se non si corre entro agosto, Rossi dovrà chiarire definitivamente il suo futuro senza disputare nemmeno un Gran Premio a causa dell’emergenza sanitaria. Il centauro pesarese sembra orientato a continuare, ma finora non ci sarebbero stati contatti ufficiali e concreti tra lo staff VR46 e la squadra malese. A tal proposito, intervistato da Crash.net, Razali ha detto: “Continuo a controllare il mio telefono ogni giorno e finora non ho visto nulla! Spero che almeno Valentino invierà un WhatsApp o qualcosa del genere. Finora niente, quindi lo lasciamo aperto per lui. Se succede, è qualcosa che sicuramente penseremo. Non lo ignoreremo. È un nove volte campione del mondo e ha molto peso in termini di marketing ed esposizione. Ma dobbiamo davvero capire l’affare. Quali sono le cose da fare e da non fare? Dobbiamo capire cosa vuole”.

Il nodo del contratto. Chi pagherà il contratto di Valentino Rossi? Yamaha gli ha promesso un ingaggio da pilota ufficiale. Iwata inoltre dovrà pagare il noleggio della sua YZR-M1. E ancora: si dovrà stabilire se si tratta di un contratto annuale o con opzione sul 2022. Infine, che fine farà il suo staff di meccanici e tecnici una volta che lascerà la MotoGP? Nelle dichiarazioni di Razali c’è molto interesse per Valentino Rossi; per il suo peso pubblicitario più che come pilota. Ma anche alla luce di tutto questo c’è da accordarsi anche sugli eventi commerciali.