27/11/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Rassegna: Milan alla prova più difficile, la Lazio tra le ultime possibilità. Pioli e Sarri, impressioni a confronto. F1, vola Verstappen ad Imola

3 min read

Mixed zone, l’Inter supera a pieni voti un test difficilissimo, la Roma di Mourinho cade 3-1 a San Siro, permettendo così ai nerazzurri di balzare in testa alla classifica in attesa di Lazio-Milan. A fine gara i rispettivi tecnici esprimono il proprio pensiero su quanto accaduto in campo. Partiamo da Inzaghi ai microfoni di Dazn: “Temevo molto questa gara, che arrivava tre giorni dopo il derby contro un avversario in forma, che non perdeva da 12 partite. Bisognava mettere in campo una prestazione di valore e i ragazzi sono stati bravissimi a recuperare in fretta e a fare una gara importante e di qualità”. Mourinho: “Loro sono troppo forti, i più forti del campionato. Hanno tanti giocatori che sono degli “animali” dal punto di vista fisico. Per batterli tutto deve essere perfetto, noi non lo siamo stati. Scudetto? Io amo l’Inter e loro amano me, mi piacerebbe che l’Inter vincesse il campionato, ora lo posso dire, ma prima della gara io volevo solo vincere”.

ED ORA IL MILAN- Dopo la vittoria dell’inter si attende solo la risposta del Milan e qualora la Lazio dovesse fermare la corsa di Pioli allora si farebbe davvero dura per i rossoneri, considerando che l’Inter dovrà poi giocare il recupero con il Bologna, il 27 aprile. Nella giornata di ieri le conferenze stampa di Pioli e Sarri, andiamo a vedere che cosa ha detto il tecnico rossonero, ora a meno 1 dall’Inter: “A cinque gare dalla fine siamo in lotta per vincere lo scudetto e siamo concentrati, motivati e pronti. Siamo consapevoli della nostra forza. E’ il momento più eccitante ed entusiasmante da vivere. Ibra partirà con noi per Roma come Rebic. Bennacer invece non ci sarà, ha rimediato una distorsione alla caviglia nel derby”.

QUI LAZIO- “Il Milan è una squadra forte, non c’è da fare tante considerazioni tattiche. Subiscono pochi gol, e contro di noi hanno vinto agevolmente due partite su due: la distanza che si è vista era abbastanza netta, ora cerchiamo di assottigliarla. Sia in campionato che in Coppa Italia abbiamo rovinato entrambe le partite tra il 40′ e il 60′. Il Milan anche quando non ti domina ti può far male”.

Formula 1, Vesrtappen vola in pole davanti a Leclerc nel Gran Premio di Imola

VERSTAPPEN C’È- Verstappen vola durante le qualifiche nel GP dell’Emilia Romagna, dietro di lui c’è Leclerc, quest’ultimo invitato da Binotto a non prendersi rischi. Verstappen intanto ammette ma spinge: “Sono partito malissimo, non so perché… Troppo pattinamento, poi ho cercato di ragionare. Leclerc aveva più passo all’inizio, poi però ha finito le gomme e sono riuscito a superarlo. Con le soft oggi siamo andati molto bene ma domani con la mescola più dura il comportamento della macchina cambierà. Stiamo a vedere. Di sicuro non posso permettermi un’altra partenza così”.

MOTO GP- Johann Zarco in pole position nel GP del Portogallo di Portimao, quinta tappa stagionale di MotoGP. Il pilota francese, che chiude la sessione in 1:42.003, porta la sua Ducati Pramac davanti a Mir e Aleix Espargarò. Seconda fila per la Ducati ufficiale di Miller, seguito da Quartararo e Bezzecchi. Grande apprensione per Bagnaia, caduto in Q1 e costretto a ricorrere alle cure della clinica mobile per una brutta botta alla spalla destra, comunque risolta dalle parole dello stesso pilota, il quale dichiara di voler correre, secondo quanto riportato da Sportmediaset.

Autore