27/01/2023

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Rassegna: Serie A, parla Mourinho toccando due tasti molto importanti. Domani sfide di alta classifica. Formula uno, qualcosa non va

2 min read

Rassegna stampa di venerdì 30 settembre, archiviate le gare nazionali si torna a parlare di campionato con le sfide in programma a partire da domani. Alle 15 Napoli-Torino, mentre alle 18 Inter-Roma senza Mourinho squalificato nella gara precedente. Il tecnico giallorosso ha rilasciato un’intervista a Gazzetta dello sport, nella quale spiega le proprie emozioni in merito ad una sfida sempre così particolare.

VINCERE SEMPRE- “Per me è impossibile scegliere, ogni vittoria è speciale e ogni trofeo unico a suo modo. Per questo la mia voglia di vincere non andrà mai via”.

SU TOTTI- “Non esiste questo problema. Francesco è e sempre sarà un simbolo di questa squadra qualsiasi cosa succeda e indipendentemente da quello che deciderà di fare della sua vita”.

SU MILANO E ROMA- “Sono i centri nevralgici dell’Italia. Milano è il motore dell’economia del Paese, mentre Roma è il centro del potere politico e, si può dire, il museo all’aria aperta della storia italiana. Mi ritengo fortunato ad avere avuto la possibilità di vivere in entrambe le città”.

ULTERIORI SUCCESSI A ROMA- “Ci proverò con tutto me stesso”.

Formula 1, domenica si corre a Singapore ma attenzione a ciò che starebbe accadendo in queste ore

LA SITUAZIONE- A Singapore, prima di tutto l’occasione per Max Verstappen di giocarsi il primo matchpoint per la riconferma iridata del titolo di campione del mondo ma il weekend parte in salita, con le indiscrezioni che riportano indietro l’orologio di alcuni mesi, relative all’apertura di un’investigazione della Federazione Internazionale dell’Automobile circa il possibile sforamento del Budget Cap da parte di tre squadre impegnate nel Mondiale, tra le quali dovrebbero esserci Aston Martin e addirittura Red Bull.

COSA SUCCEDE- Come riporta Sportmediaset l’argomento è topico nel paddock di Marina Bay, perché suscettibile di riaccendere il fuoco sotto i veleni della scorsa stagione. Nessuna certezza al momento sulle squadre coinvolte e sull’effettivo avvio dell’investigazione federale che potrebbe sfociare in una maxi-multa o in una decurtazione di punti iridati. Quest’ultima possibilità aprirebbe certamente nuovi scenari in classifica generale, qualora i team coinvolti non fossero diretti concorrenti del campione del mondo.

Autore