27 Settembre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Champions: l’Inter tiene viva la speranza ottavi: 3-1 a Praga. Napoli, 1-1 a Liverpool

3 min read

L’Inter espugna il campo dello Slavia Praga con un sonoro 3-1 che consente ai nerazzurri di salire al secondo posto in classifica del Gruppo F di Champions League a pari punti con il Borussia. La qualificazione dunque si deciderà all’ultima giornata, quando l’undici di Conte affronterà il Barcellona in casa.

Eroi di serata Lautaro Martinez e Lukaku: l’argentino sblocca al 19′, poi il belga fa 2-0 al 35′, ma il Var annulla e assegna il rigore ai cechi che pareggiano con Soucek. Nella ripresa Lakaku raddoppia all’81’, poi la doppietta di Martinez mette il sigillo al match.

Una grande prova corale: se Lautaro e Lukaku sono stati il braccio armato di Conte, bisogna comunque dare merito a tutta la squadra, soprattutto a quei giocatori che non si vedono spesso in campo, ma che hanno sfruttato al meglio la loro chance, come Borja Valero che ha diretto alla grande tempi di gioco e gestione della palla. Lazaro ha fornito l’assist per il gol del meritatissimo 2-1 e Godin ha finalmente giocato ai livelli dell’Atletico. Infine De Vrij rigore a parte, ha guidato la retroguardia con la solita sicurezza e Handanovic non ha tradito nelle poche occasioni in cui è stato chiamato in causa.

E Antonio Conte si gode la splendida vittoria di Praga: con Lautaro e Lukaku indiscussi protagonisti. “Stanno crescendo – ha spiegato – Sono contento per loro”. Ora c’è il Barcellona: “Sappiamo che potremo contare su 80mila persone. Abbiamo dato un senso a quest’ultima partita. Ora recuperiamo energie per la Spal che è la gara che mi preoccupa di più”.

Pari invece all’Anfield Road per il Napoli, che ha fermato i campioni in carica del Liverpool sull’1-1.  Mertens sblocca la partita con un diagonale preciso al 20′, poi Lovren rimette tutto in equilibrio al 65′ di testa. Con una gara ancora da giocare, Liverpool a quota 10, Napoli a 9 e Salisburgo a 7 punti. Partenopei ad un passo dagli ottavi, se fanno un punto col Genk o se gli austriaci non vincono. “Siamo vivi e vegeti” il commento di Mr Ancelotti.

E dopo il pareggio a Liverpool, Aurelio De Laurentiis rompe il muro del silenzio via social. “Con Ancelotti e con questa squadra due vittorie e un pareggio contro un Liverpool stracampione – ha scritto su Twitter -. Contro chi gufa addossando il non rendimento a rinnovi non effettuati, questa partita è la risposta definitiva”. “Bravo l’allenatore e bravi i nostri calciatori – ha aggiunto -. Adesso tutti a testa bassa a lavorare duro e a considerare le prossime partite come se tutte fossero contro il Liverpool”. “Non dobbiamo oggi parlare di misure societarie con i giocatori. Queste vicende le risolveremo tra noi senza pressioni o condizionamenti esterni”, ha concluso.

Anche l’Atalanta agli ottavi se: nell’ultima giornata dell’11 dicembre vince in casa dello Shakhtar e contemporaneamente la Dinamo Zagabria non batte il Manchester City. Il successo di San Siro contro la Dinamo Zagabria tiene dunque in corsa anche i bergamaschi nel Gruppo C.

E questa sera in campo l’Europa League: alle 18:55 la Roma si avvicina alla delicata sfida contro i turchi dell’Istanbul Basaksehir. Alle 21 la Lazio è obbligata a vincere contro il Cluj e poi sperare nell’ultimo turno in una combinazione vincente di risultati.