Jobs Act: arriva il via libera della camera

Si al Jobs Act. Questo è il verdetto che ieri alla Camera è stato sancito dopo le votazioni dei parlamentari. Vista l’ assenza di una parte del Pd e dell’opposizione infatti, il testo torna al Senato con 316 si e 6 no, senza ricorrere al voto di Fiducia. Renzi ringrazia i deputati dem che hanno votato ed è convinto che questa sarà la volta buona per l’approvazione.

Il Pd però ora si divide in due, sono ben 30 i dissidenti che poco prima della votazione avevano firmato un documento in cui spiegavano che nonostante i cambiamenti apportati al Jobs Act, ancora non si ritenevano soddisfatti della sua struttura.

L’opposizione intanto lasciava la Camera in segno di protesta, nel vano tentativo di far mancare il numero minimo necessario all’approvazione del testo. Lega, Forza Italia, Movimento 5 Stelle e Sel uscivano quindi dall’aula prima dell’inizio del voto, ma questo non è bastato a fermare la vittoria renziana che ora aspetta il si, che si prospetta più complesso,  di Palazzo Madama.

News Correlate

Lascia un Commento