06/02/2023

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Luis Enrique lascia la panchina della nazionale spagnola. Ronaldo resta in Qatar

2 min read

Luis Enrique lascerà la panchina della nazionale spagnola, ad ufficializzare la notizia è stata la Federazione risolvendo dunque il contratto che scadeva a fine dicembre. Ad Enrique è pesata molto probabilmente l’eliminazione prematura ai Mondiali in Qatar, con la sconfitta da parte del Marocco negli ottavi di finale ai rigori. Al suo posto è stato nominato Luis De La Fuente, già allenatore dell’Under 21 dal 2018. La Federazione spagnola ha ringraziato Luis Enrique e i suoi collaboratori per il lavoro svolto. Luis Enrique, ct della nazionale spagnola nel luglio 2018, si prese un anno di pausa a causa della morte della sua bambina e fece ritorno nella nazionale a novembre 2019. Ha conquistato gli Europei 2020, dove è poi stato sconfitto dall’Italia.

Intanto in casa portoghese ci sono polemiche sul caso Ronaldo: secondo alcune indiscrezioni dei media nazionali e di Record CR7 avrebbe minacciato addirittura di lasciare il Qatar a mondiali ancora in corso. Nel mirino è finito il suo comportamento dopo il match contro la Svizzera: un giornalista portoghese ha pubblicato infatti un video in cui, mentre i suoi compagni facevano il giro di campo per festeggiare il successo e ringraziare i tifosi, Ronaldo ha salutato tutti velocemente ed andato negli spogliatoi.

La notizia di un possibile abbandono di Ronaldo è stata subito smentita dalla Federcalcio portoghese: “In nessun momento il capitano della Nazionale, Cristiano Ronaldo, ha minacciato di lasciare la Nazionale in Qatar. Cristiano Ronaldo costruisce ogni giorno una storia unica al servizio della Nazionale e del Paese che va rispettata e che attesta l’indiscutibile grado di impegno in Nazionale. Per inciso, il grado di dedizione del giocatore con più presenze dal Portogallo è stato nuovamente dimostrato – se necessario – nella vittoria contro la Svizzera, negli ottavi di finale del Mondiale 2022. La squadra nazionale – giocatori, allenatori e struttura FPF – è, come lo è stata sin dal primo giorno, pienamente coinvolta al raggiungimento del miglior risultato di sempre del Portogallo a una Coppa del Mondo”.

È stato poi lo stesso Cr7 a mettere a tacere le voci. In un post su Twitter ha scritto: “Un gruppo troppo unito per essere spezzato da forze esterne. Una nazione troppo coraggiosa per lasciarsi spaventare da qualsiasi avversario. Una squadra nel vero senso della parola, che lotterà per il sogno fino alla fine!”.
Il Portogallo scenderà di nuovo in campo sabato alle 16 italiane per la sfida dei quarti di finale contro la sorpresa Marocco, staremo a vedere se Ronaldo sarà ancora escluso dall’undici iniziale in favore di Gonçalo Ramos, autore di una tripletta alla Svizzera. Sempre sabato ma alle 20.00 occhi puntati sulla grande sfida tra Inghilterra – Francia mentre domani toccherà alle 16.00a Croazia – Brasile mentre alle 20.00 sarà la volta di Olanda – Argentina.

Autore