25/09/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Mixed zone, Sarri: “Arbitraggio? Ho protestato tutta la partita”. Mourinho: “Mi è piaciuto tutto. Salernitana? Crescerà molto”

3 min read

Mixed zone, partono bene le romane, la Lazio vince 2-1 contro il Bologna nonostante l’espulsione di Maximiano dopo 5 minuti. Sarri ritrova anche Immobile in goal dopo l’ottima passata stagione. Andiamo a vedere che cosa ha detto il tecnico della Lazio nella conferenza stampa post gara.

SULLA GARA- “La partita è stata difficile, sembrava la classica partita in cui ogni singolo episodio ti va contro. La mia grande preoccupazione era giocare in questo clima per 90 minuti in inferiorità numerica. Sono soddisfatto della tenuta fisica, dell’applicazione tattica, visto che abbiamo dovuto giocare tutt’altra partita rispetto a quello che abbiamo preparato, e sono contento anche dell’aspetto caratteriale, perchè siamo rimasti in partita e appena c’è stato un episodio a nostro vantaggio lo abbiamo sfruttato”..

CONDUZIONE NEGATIVA- “Cosa ho detto all’arbitro sull’ammonizione? Non me lo ricordo neanche, ho protestato tutta la partita. Anche giustamente ho protestato. Non entro nel merito dei singoli episodi ma la conduzione della partita non mi è piaciuta”.

SUI CAMBI- “Hysaj lo sto vedendo molto bene, Luis Alberto è entrato in un ruolo non suo, doveva coprire di più perché avevo alzato Milinkovic. Vecino può dare ancora tanto. Sorprendente invece l’ingresso di Cancellieri”.

TERZINO O VICE IMMOBILE- “Cancellieri sta facendo un percorso per cercare di poter giocare lì, non gli si può chiedere tutto subito. Se entra in una situazione come quella di stasera fa bene anche da centravanti. Con le squadre chiuse invece deve ancora crescere per giocare lì in mezzo. Però a livello di movimenti ha l’attacco della profondità innata. Prima lavoriamolo bene, poi decidiamo dove farlo giocare”.

SULLA PASSATA STAGIONE- “L’anno scorso siamo stati tra i migliori a ribaltare le partite. Ma un carattere come oggi si è visto raramente. Dobbiamo aspettare però, visto che il nostro problema è sempre stata la continuità”.

ESORDIO ROMAGNOLI- “Ha finito la partita affaticato ma era normale. A me piace, è intelligente tatticamente e ha letture. Questo gli fa sopperire al pizzico di velocità che gli manca, tecnicamente invece è molto dotato. Credo che possa diventare un punto di riferimento per questa difesa”.

SU MAXIMIANO- “Inutile parlarci in questo momento. Ha chiesto scusa a tutti. Non so se non si è reso conto, probabilmente un portiere più esperto non si pone il problema e calcia via. È un errore, come il centrocampista che stoppa il pallone a 4 metri e se lo fa rubare, bisogna accettarlo. Non è che le scelte future saranno fatte in base al singolo errore”.

Roma, Mourinho parte bene, i giallorossi vincono di misura grazie ad una rete di Cristante, le parole del tecnico a Dazn

TUTTO BENE- “Mi è piaciuto tutto della squadra. Ovviamente mi piacerebbe di più stare tranquillo, vincere 3, 4 o 5 a zero, ma mi è anche piaciuto vedere una squadra che ha avuto la maturità di gestire questo risultato. Di solito queste partite finiscono male o soffrendo, ma questa volta non è successo. Perché la gente che è entrata non era gente per “uccidere” ma per gestire, come Matic, Wjinaldum. Non siamo il Manchester City o il Liverpool, per non parlare di squadre italiane che anche lo fanno, che possiamo far entrare qualcuno per uccidere il match”.

SULLA SALERNITANA- “Questa Salernitana è diversa dall’anno scorso, ha più talento, oggi hanno giocato due calciatori arrivati questa settimana, posso immaginare tra qualche settimana con più lavoro quanto miglioreranno”.

SU DYBALA E ZANIOLO- “Potreste dire che Dybala e Zaniolo potevano fare due o tre gol, ma per me oggi sono stati entrambi straordinari”.