25/09/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Rassegna: oggi in campo le romane, botta e risposta tra Mourinho e Sarri alla conferenza di vigilia. Polemica dal tecnico della Lazio

2 min read

Mixed zone, Inter e Milan ok ma con risultati diametralmente opposti. I rossoneri vincono 4-2 contro l’Udinese con errori da prima di campionato, l’Inter invece si prende i tre punti al 95esimo, quando lo spettro del primo pari aleggiava sulla panchina di Inzaghi, cauto a fine gara, ai microfoni di Sky: “É una vittoria voluta col cuore, la squadra ci ha creduto fino alla fine ed è la cosa più positiva della serata. Una squadra come la nostra che sblocca il match subito non può vincere solo al 95′. Dobbiamo analizzare perché ci siamo ridotti a vincere all’ultimo secondo. Nell’ultimo quarto d’ora di partita c’è la percentuale maggiore di gol perché le squadre sono stanche. Io ho la fortuna di avere attaccanti forti e questa sera a Lecce abbiamo chiuso con il 4-2-4, diventa difficile per tutti fermarli in area”. Pioli: Abbiamo preso gol ancora una volta a inizio partita, dobbiamo cominciare meglio. Poi abbiamo reagito facendo trenta minuti molto bene, ma tecnicamente possiamo fare molto meglio. É normale in questo periodo dover migliorare qualcosa”.

OGGI IN CAMPO- Oggi si torna in campo alle ore 18:30 con Fiorentina-Cremonese e Lazio-Bologna. Alle 20:45 Spezia-Empoli e Salernitana-Roma. Occhi puntati chiaramente sulle romane, in particolare sulla squadra di Mourinho, indicata come una delle favorite per lo scudetto. Ad ogni modo lui smentisce, come è giusto che sia, quando ancora non si è giocato nemmeno un minuto.

MOURINHO- “Forse abbiamo bisogno di qualcosa in più per affrontare gli imprevisti della stagione, ma con 7 milioni abbiamo preso cinque giocatori straordinari e la società ha fatto un grande lavoro, non posso che applaudirla. Purtroppo il mercato non è chiuso, ci sono 3-4 gare prima della chiusura. Fare una valutazione adesso è prematuro, meglio aspettare. Roma da scudetto? Lo capirei se ci fossero 18 scudetti, perché solo Sampdoria e Lecce hanno speso meno di noi sul mercato. La Lazio ha speso 39 milioni, anche loro sono candidati allo scudetto? Parlare solo di noi mi sembra vendere un prodotto non reale. Il nostro scudetto già vinto è quello dell’amore con i tifosi, la loro passione è il nostro scudetto”.

La risposta di Sarri a Mourinho arriva puntuale, anch’essa alla conferenza stampa di vigilia

IL SECONDO UNA DELUSIONE- “Noi non abbiamo speso, abbiamo investito. Se c’è qualcuno che ha speso sono loro. Ringrazio Josè per la fiducia, spero di accontentarlo, e proprio perché ho fiducia ti dico che il secondo posto della Roma è una delusione. Stagione folle. Non si può giocare alle 18:30 ad agosto. In Italia si fa di tutto per vendere meno il prodotto calcio”.