Maltempo: vittime in Francia e Germania. Hollande: “catastrofe naturale”

Il maltempo mette in ginocchio l’europa. Diluvi e inondazioni hanno provocato la morte di dieci i morti e migliaia gli sfollati. Al momento le persone evacuate sono 5000.

Il presidente francese, François Hollande ha dichiarato che per le zone francesi colpite dal maltempo verrà dichiarato “lo stato di catastrofe naturale”.

Intanto la piena della Senna, ha raggiunto i 4,9 metri a Parigi, in pratica si tratta del livello più alto dal 2001. Mentre viene mantenuta l’allerta in tutto il dipartimento della Seine-et-Marne, nello sconfinato hinterland della capitale, dove si concentra una densa fetta della popolazione francese gli esperti fanno sapere che il livello della Senna crescerà ancora.

Oggi il museo del Louvre chiude per mettere in salvo le opere d’arte che si trovano nei sotterranei, temendo che il livello d’acqua nella Senna continui a salire.

In Germania la zona più colpita è quella meridionale. Lunedì nel Baden-Wuerttemberg due persone sono morte risucchiate in un canale di scarico, una è annegata nel garage della sua abitazione improvvisamente allagato ed una ragazza di 13 anni è stata travolta da un treno dopo aver cercato riparo dalla pioggia in un tunnel ferroviario. Un nuovo diluvio due notti fa ha reclamato altre 5 vittime in Baviera, vicino al confine con l’Austria: tre donne di una stessa famiglia, un uomo di 75 anni, ed una donna di 80 intrappolata nella sua casa. E secondo la polizia della Bassa Baviera altre tre persone sarebbero disperse.

Il quarto giorno consecutivo di pioggia battente in Belgio sta provocando inondazioni in diverse aree del paese. Nei giorni scorsi a finire sotto l’acqua erano state la zona occidentale delle Fiandre e a nord di Anversa. A queste si aggiungono alcuni sobborghi della zona di Liegi e nel Limburgo, la regione vicina alla frontiera con la Germania.

Commenta l'articolo con Facebook

News Correlate