Renzi-Berlusconi, accordo trovato. Si all’Italicum

Ieri l’incontro tra Renzi e Berlusconi sulla legge elettorale. Un’intesa trovata con il Patto del Nazareno, ora al sicuro.

Un vertice durato circa due ore quello nel quale i due leader, sono riusciti a trovare l’accordo sull’Italicum. Il comunicato, giunto al termine dell’incontro sottolinea come ”i nodi sullo sbarramento e sul premio lista saranno risolti in Aula”. Tra le novità della nuova legge elettorale la volontà di alzare al 40% la soglia per il premio di maggioranza e di introdurre “le preferenze dopo i capilista bloccati in 100 collegi”.

“Questa legislatura che dovrà proseguire fino alla scadenza naturale del 2018 costituisce una grande opportunità per modernizzare l’Italia”, si legge ancora nel comunicato. “Le differenze registrate sulla soglia minima di ingresso e sulla attribuzione del premio di maggioranza alla lista, anziché alla coalizione, non impediscono di considerare positivo il lavoro fin qui svolto e di concludere i lavori in Aula al Senato dell’Italicum entro il mese di dicembre e della riforma costituzionale entro gennaio 2015, è la road map indicata”.

Immediate ieri le reazioni dal mondo politico. Tra le prime, quella su Twitter di Angelino Alfano. Il ministro degli Interni e presidente del Nuovo Centrodestra scrive: “Incontro Renzi-Berlusconi? Ottimo direi!”. Critici gli esponenti della minoranza del Pd. Soprattutto sui capilista: “Non è possibile sottrarre ai cittadini l’elezione di cento deputati”, scrivono dal Partito Democratico.

News Correlate

Lascia un Commento