22 Settembre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

MotoGP, per Valentino Rossi un podio virtuale e un trofeo reale

2 min read

Il Mondiale MotoGP 2020 resta bloccato dall’emergenza sanitaria causata dal coronavirus. In attesa di capire quando potrà aprire le danze, dobbiamo accontentarci dei Gran Premi virtuali. Stavolta alcuni piloti della classe regina hanno dato vita al GP virtuale sul circuito di Misano. E sulla pista di casa Valentino Rossi ha fatto progressi rispetto al 7° posto ottenuto nel GP virtuale sul Red Bull Ring austriaco: bel terzo posto per il Dottore in sella alla Yamaha. Primi due posti per i fratelli Marquez, con Alex che beffa Marc all’ultima curva.

Un podio, quello di Vale, favorito anche dalla caduta di Fabio Quartararo a un passo dal traguardo. A tal proposito, il giovane centauro francese della Yamaha Petronas a fine gara ha scherzato dicendo: “Sono caduto apposta per farlo salire sul podio nel suo circuito di casa”. Podio virtuale ma trofeo reale per il centauro pesarese. Infatti, a un certo punto a fine corsa, una persona non inquadrata ha consegnato a Valentino uno dei tanti trofei che il “Folletto di Tavullia” ha conquistato nel corso della sua splendida carriera, ovvero: la coppa che si vince quando si sale sul podio del GP di San Marino.

Chi ha assistito Valentino Rossi in questo speciale siparietto riuscito alla perfezione? Sicuramente la fidanzata Francesca Sofia Novello che ha dato anche un bacio al Dottore per simulare il tradizionale bacio della miss al pilota sul podio. Un autentico colpo di scena che ha fatto sorridere tutti i centauri che erano collegati dopo aver preso parte alla gara. Insomma, GP virtuale ma torneo reale per Vale che al termine ha postato su Instagram una sua foto con il trofeo.

La gioia del Dottore per il terzo posto nel GP virtuale di Misano. Al termine, un Valentino Rossi raggiante ha dichiarato: “Sono molto felice per questo terzo posto, è un risultato importante ottenuto nella mia gara di casa. Mi sono allenato questa settimana e mi sento molto più a mio agio con il nuovo gioco MotoGP 20: questo risultato è per me, per la squadra e per tutti i tifosi. Purtroppo, ho commesso un errore al primo giro e sono caduto, per questo sono rimasto un po’ indietro. Ma alla fine, negli ultimi tre giri, ho iniziato a vedere i primi tre piloti, ho cercato di mantenere il mio ritmo e dopo l’errore di Quartararo ho ottenuto il podio”. In tempi di astinenza da corse reali causa Covid-19, una piccola grande soddisfazione per il Dottore.