2 Dicembre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Bergamo e Brescia capitali della cultura nel 2023 dopo l’emergenza coronavirus

1 min read

Una bella decisione: Bergamo e Brescia saranno capitali italiane della Cultura per il 2023. E’ quanto prevede un emendamento al decreto Rilancio approvato dalla commissione Bilancio della Camera. Su Facebook il viceministro dell’Economia Antonio Misiani nel dare l’annuncio commenta: “E’ un riconoscimento importante per due città ricche di storia e cultura, duramente colpite dalla pandemia di coronavirus. Lavoreremo insieme per rendere questo progetto una bellissima occasione di rilancio per le due città”.

Prossimo step, l’ok del Senato. Dopo il passaggio a Palazzo Madama, la “Città dei Mille” e la “Leonessa d’Italia” dovranno presentare al Ministero per i Beni e le attività culturali, un progetto unitario di iniziative, finalizzato a incrementare la fruizione del patrimonio culturale materiale e immateriale entro il 31 gennaio 2022.

La scelta dei due sindaci. Giorgio Gori, primo cittadino di Bergamo, ed Emilio Delbono, sindaco di Brescia, a metà maggio si erano candidati simbolicamente in uno dei momenti più bui della storia delle loro città, in ginocchio per l’emergenza sanitaria da Covid-19: l’obiettivo era puntare a rinascita e ripartenza anche per l’Italia intera (nella foto in home page Bergamo alta, nella foto a sinistra il duomo di Brescia).