27/11/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Mixed zone, Pioli: “Più forti di quando sono arrivato. Bello rivedere i tifosi”. D’Aversa: “Gara decisa da un episodio, ottima prestazione”

3 min read

Mixed zone, primo turno concluso, le gare giocate fino ad ora regalano spettacolo ma anche qualche polemica come ad esempio per il goal annullato a Ronaldo per fuorigioco, rete che avrebbe portato alla Juve una vittoria importante ed invece si deve accontentare del pareggio con due goal subiti, cosa che farà sicuramente arrabbiare Allegri. Il tecnico, come risaputo, fa della difesa il proprio punto di forza, a differenza di Cagliari e Spezia che si lasciano andare ad uno spettacolare 2-2. Meno spettacolo ma più concretezza da parte del Milan, un solo goal alla Sampdoria segnato da Brahim Diaz e tre punti importantissimi che lasciano già dietro la Juventus. Andiamo a vedere che cosa hanno detto Pioli e D’Aversa al termine della gara di Genova, partendo dal tecnico rossonero.

VINTO SOFFRENDO- “La Sampdoria ha fatto una buona partita e ci veniva a prendere alti ma la nostra partita mi è piaciuta molto. Abbiamo fatto bene perché ci eravamo preparati in maniera ottimale. Abbiamo vinto soffrendo e questo sono sicuro che ci servirà per continuare a crescere”.

SU DIAZ-  “Ho sempre contato su di lui anche nella scorsa stagione, ha grande qualità e crede molto in se stesso. E’ quasi presuntuoso ma a questo livello un po’ devi esserlo. Siamo una squadra forte e chi vuole giocare deve darsi da fare perché stiamo spingendo tutti”.

PIÙ FORTI- “Ritrovare i tifosi è stato bellissimo perché ci hanno accolto con entusiasmo, dobbiamo continuare a mantenere questo spirito perché fa la differenza. Siamo più forti di quando sono arrivato al Milan, più pronti, poi è presto per dire dove possiamo arrivare perché tanti avversari sono fortissimi. Saremo competitivi se manterremo la collaborazione tra noi in campo”.

TONALI  E KRUNIC- “Hanno fatto bene e abbiamo provato a costruire coi terzini già alti. Hanno comunicato bene e fatto bene nelle due fasi, così come Saelemakers. Alexis può essere più decisivo nelle giocate, ma mi è piaciuta la squadra per come ha interpretato la gara. Si può migliorare ovviamente, guardiamo avanti sempre provando a trovare il gol”.

SUL MERCATO-  “Se possiamo migliorare il livello e la qualità, lo faremo. Sono molto contento della rosa a disposizione e di averli ritrovati con lo stesso spirito della scorsa stagione. L’importante è quello, poi vedremo se arriveranno giocatori di qualità”.

SUL MODULO- “Io non sono vincolato a un modulo, nel calcio si gioca con gli spazi e sfruttando al meglio le caratteristiche dei giocatori. Gli schemi sono fissi sulla lavagna poi in campo le cose cambiano. Cerco di sfruttare al meglio le caratteristiche dei giocatori che ho a disposizione. Anche Romagnoli è un peccato che non giochi. E’ un bravissimo ragazzo e si sta allenando benissimo e magari potrei giocare anche a tre in difesa”.

Pioli entusiasta, D’Aversa mastica amaro e non ci sta ad accettare un risultato ingiusto secondo lui, segnato da un solo episodio. Così ai microfoni di Sky.

NON UNA GARA SEMPLICE- Si può recriminare  sul risultato. Abbiamo affrontato una squadra che ha chiuso al secondo posto nella passata stagione: non è mai semplice affrontare il Milan. Il rammarico c’è perché la gara è stata decisa da un episodio, poi è rimasta in bilico fino alla fine. Dal punto di vista della prestazione e dell’impegno dei ragazzi sono soddisfatto. Ci sarebbe servita un po’ di malizia in più in alcuni episodi. Questa sera i ragazzi hanno fatto un’ottima prestazione, giocando con giocatori offensivi serviva fare entrambe le fasi per dare equilibrio. Gabbiadini? Ha avuto una distorsione alla caviglia, bisognerà valutare domani l’entità. Mercato? Non è il momento adatto per parlarne. Se ne occupano i direttori sportivi, per cui sono tranquillo”.

Autore